Categoria: pubblicazioni (Pagina 3 di 3)

Un radar per la memoria

Brevi, fulminanti, divertenti. Da ricordare, appunto. Volumetti da un’ora esatta di lettura, nati con le ali per svolazzare nel web ma gradevoli anche nella tradizionale versione della più tecnologicamente avanzata fra le forme-libro, la carta, come sostiene Umberto Eco.

E San Marino, per farsi ricordare, ha chiesto proprio a Umberto Eco di organizzare un evento – Lectures on Memory, appunto – che vede docenti di fama internazionale affrontare il tema della memoria nelle sue diverse applicazioni, dalla letteratura alle neuroscienze: l’ultima edizione, incentrata sul tema del gioco (con particolare riferimento ai giochi del Fondo Young, la prestigiosa raccolta di testi, oggetti e memorabilia legati alla mnemotecnica) ha dato vita alla omonima collana griffata Guaraldi a 3,99 cad ePub.

Speriamo sia più facile ricordarselo di come ce lo spiega Umberto Eco nel suo esilarante Mnemotecniche e rebus

Castelli Giocare alla memoria Paolo Castelli
Giocare alla memoria
carta – 8,00 €
 pdf – 3,99 €
ePub – 3,99 €
Mobi – 3,99 €
 Eco_copertina_sito Umberto Eco
Mnemotecniche e rebus
carta – 8,00 €
pdf – 3,99 €
ePub – 3,99 €
Mobi – 3,99 €
 Mizza_cop_sito Marina Mizzau
È un gioco
carta – 8,00 €
 pdf – 3,99 €
ePub – 3,99 €
Mobi – 3,99 €
 Sbrilli_cop_sito Antonella Sbrilli
Memoria per le date, date per la memoria
carta-8,00 €
 pdf – 3,99 €
ePub – 3,99 €
Mobi – 3,99 €

Tasse giuste, tasse inique?

Il doppio tema della Obiezione fiscale e della Evasione fiscale analizzato a tutto tondo senza mezzi termini.
Da tempo assistiamo a una contraddizione insanabile fra i principi costituzionali – che sanciscono in astratto la giustizia, il benessere e la libertà degli individui – e l’azione politica che tende al mero predominio di interessi particolari, fino al recente degrado che la vede spesso coincidere con i soli interessi personali di chi detiene qualunque forma di potere.

ObiezioneFiscale_Cop_OK

Il primo volume, L’Obiezione Fiscale nel diritto positivo e nel diritto naturale, a firma di un noto avvocato riminese, Giammaria L. Ricciotti, è un puntuale e documentato j’accuse contro la tendenza in atto ad accentuare la totale sottomissione dell’individuo allo Stato: l’astratto riconoscimento dell’equilibrio che dovrebbe regolarne il rapporto nello stesso modo in cui è regolato quello contrattuale dei cittadini nell’art. 1460 cc, viene in realtà quasi sempre eluso e negato, in nome del pubblico interesse, attraverso espedienti burocratici, disorientamento normativo, impacci e remore di ogni tipo.
Questo quadro di vera e propria sopraffazione, finisce a lungo andare per alimentare corruzione, disordine e quel diffuso malcontento psicologico che porta alla disaffezione verso le Istituzioni, fino allo spirito di rivolta. Le “bastonate” prese dai cittadini per pretese e “nobili” ragioni di Stato, cozzano inesorabilmente con le ostriche, i festini e i fiumi d’oro in cui nuota vergognosamente larga parte della casta politica. In questi casi, ribellarsi è non solo giusto, ma legittimo.
Ma al di là di queste roventi argomentazioni del battagliero e ultra ottuagenario Autore, il libro si segnala per una altrettanto spigolosa introduzione di don Carlo Rusconi, notissimo biblista e grecista, che ribalta la tradizionale esegesi cattolica del brano evangelico “a Cesare quel che è di Cesare”, proponendo una lettura del dettato evangelico assai più articolata e ricca di implicazioni anche pratiche, rispetto al tema della Evasione Fiscale.
Proprio queste implicazioni di tipo morale e dottrinale, avevano indotto il Seminario Vescovile di Rimini, per iniziativa del suo Direttore don Andrea Turchini, ad organizzare una giornata di studio, rigorosamente riservata al clero locale, titolata “Reato penale, peccato contro la giustizia, male necessario per sostenere l’impresa?”

L'evasione_altaLe principali comunicazioni di quel Convegno, aggiornate e rielaborate, sono dunque il contenuto de L’Evasione fiscale, secondo volumetto di questa indagine sulla equità o meno delle tasse e sul diritto o meno di contestarle come “inique”. Fra gli autori di questi brevi saggi spicca ovviamente il nome di Stefano Zamagni, prorettore dell’Ateneo Bolognese, noto economista, riminese lui pure.
Opinioni non sempre concordanti, ovviamente, ma un’unica volontà di non soggiacere né ai troppi luoghi comuni imperanti in tema fiscale, e tantomeno al clima giacobino che – al riparo delle legittime necessità del Govero Monti – si è iniziato a respirare da qualche tempo…

 

Articoli più recenti »

© 2022 Guaraldi LAB

Tema di Anders NorenSu ↑